Delta dell’Okavango

Botswana

Home » Botswana » Delta dell’Okavango

Il Delta dell’Okavango, è una delle aree naturali e più affascinanti del mondo. Si trova nel profondo del deserto del Kalahari, nel nord del Botswana. Ne copre da 6 a 15.000 chilometri quadrati ed è alimentato dal fiume Okavango (da cui il nome).

Si caratterizza per la grande presenza di acqua che, nei periodi delle grandi piogge, innonda completamente tutta l’area. Nonostante questo, il territorio è ricco di fauna selvatica che lo rende una delle migliori destinazioni per un safari in Africa.

Il delta dell’Okavango è soggetto a inondazioni stagionali. Da dicembre fino ad aprile le piogge torrenziali riempiono il fiume portandolo a straripare, con il conseguente allagamento di tutto il delta e delle aree circostanti. Durante i mesi di massima alluvione, il delta arriva a coprire oltre 22.000 chilometri quadrati del deserto del Kalahari.

A causa delle inondazioni stagionali, la presenza dell’uomo ha avuto solo un minimo impatto su questa vasta aera. Questo ha favorito la preservazione sia della vegetazione che della ricca fauna che popola il delta.

Il delta dell’Okavango vanta un’eccezionale abbondanza di specie animale, circa 160 specie di mammiferi. Oltre ai Big Five puoi incontrare wild dog, ghepardi, coccodrilli, zebre e giraffe, solo per dirne alcuni.

Come arrivare al Delta dell’Okavango

Il modo più semplice per raggiungere l’Okavango è di prendere un aereo con destinazione Maun (MUB). Maun è un piccolo villaggio, ed è il punto di partenza per un safari in Botswana.

Dall’Italia non ci sono voli diretti per il Botswana. Per arrivare a Maun bisogna fare almeno due scali con l’aereo. Il modo più veloce è arrivare prima all’aeroporto OR Tambo International Airport di Johannesburg, in Sud Africa e poi prendere un volo per Maun. Ci sono moltissime combinazioni di voli, disponibili con molte compagnie aeree: Lufthansa, British Aiway, Emirates, Air Botswana e molte altre.

Poi da Maun, basta percorrere 90 Km su strada per raggiungere l’entrata sud della Riserva di caccia Moremi, un’area protetta all’interno del delta dell’Okavango.

 

Riserva di caccia di Moremi

Moremi Game Reserve è l’unica riserva pubblica dell’Okavango. La riserva occupa il 40% del delta e copre alcune delle aree più incontaminate ed ecologicamente diverse della parte orientale del Delta. Il suo ecosistema è tra i più ricchi in Africa, e ospita molte delle specie più minacciate dei mammiferi: il ghepardo, il rinoceronte (sia bianco che nero), il leone e il licaone (wild dog).

Ma la Moremi Game Reserve funge da casa anche per oltre 500 specie di uccelli e più di 1.000 specie di piante sono state riconosciute nella riserva.

All’interno della riserva è possibile effettuare i self-drive safari, ma è assolutamente vietato uscire dalle piste segnate e i game drive notturni.

 

Quando andare nell’Okavango Delta

Sicuramente il periodo migliore per visitare il delta dell’Okavango è durante la stagione secca, da maggio a settembre. I mesi di marzo/aprile sono i mesi dell’alluvione. In questo periodo gli animali si rifugiano nelle aree più elevate, quindi, teoricamente dovrebbero essere più facili da avvistare. Ma a causa dell’inondazione, molte piste per i safari sono impraticabili, per cui la possibilità di incontrare i tuoi mammiferi preferiti si riduce. Mentre risulta un buon periodo per fare birdwatching e le tariffe sono più economiche.

Invece, durante la stagione secca il clima è più fresco e molto soleggiato. Gli animali, a causa della scarsità di acqua, si riuniscono vicino alle pozze d’acqua per bere, per cui gli avvistamenti sono molto più frequenti.

 

Cosa fare

Ovviamente la principale attrazione del Delta dell’Okavango sono i game drive in jeep 4×4, focalizzati sulla ricerca e avvistamento degli animali, sia dei favolosi Big Five sia delle diverse specie di antilopi che popolano l’area.

Oltre a questo, dato che il territorio è ricco di lagune e corsi d’acqua, molto interessante e suggestivo è l’esperienza del safari sull’acqua, a bordo dell’imbarcazione tipica: il mokoro.

Se vuoi renderti veramente conto della vastità del delta, allora ti consiglio un giro a bordo di un aereo charter o, meglio ancora, in mongolfiera. Avrai la possibilità di catturare splendide fotografie con una vista mozzafiato su tutti i rami dell’Okavango.

Se sei appassionato di pesca, nel delta puoi rilassarti sulle rive di un fiume e pescare tilapia, orata e spigola. Ma, essendo un’area di conservazione protetta, una volta catturato un pesce, lo puoi fotografare e poi devi subito rimetterlo nel fiume.

 

Dove dormire

La scelta di alloggi nel delta dell’Okavango è molto vasta. Dai lodge di lusso ai campi tendati privati e ai campeggi pubblici.

Nella riserva di caccia Moremi, le migliori sistemazioni includono il Sanctuary Chief’s Camp e il Camp Xakanaxa. Il primo è una magnifica opzione situata su Chief’s Island con una cucina gourmet e spa. Ogni tenda privata ​​comprende un bagno con vasca e una piattaforma coperta per osservare la fauna selvatica. Il campo Xakanaxa è il più antico e il più iconico campo nella Moremi. Si trova sulle rive del fiume Khwai, ed offre 12 tende con bagno privato.