I ponti più belli di New York City

Tsavo Est National Park

Tsavo Est National Park, insieme al Tsavo Ovest, forma uno dei più grandi parchi nazionali del mondo, coprendo il 4% del territorio del Kenya. 

Lo Tsavo Est è il più grande dei due e copre poco più di 13.000 kmq, sebbene gran parte dell’area a nord del fiume Galana sia chiusa al pubblico. La parte meridionale del parco è molto accessibile con una buona rete di piste polverose.

Il paesaggio non è molto vario nello Tsavo Est. A parte alcune macchie boschive di acacia, Tsavo Est è una vasta pianura aperta, punteggiata dalle forme imprevedibili degli alberi di baobab. I suoi vasti spazi aperti, la natura selvaggia, semi-arida è affascinante, ed ospita la maggior parte degli animali tipici da safari. Tutti i Big Five sono presenti. Gli elefanti ricoperti di polvere rossa sono caratteristici. Dei grandi felini, i leoni sono spesso individuati. E nella prateria puoi incontrare bufali, zebre e molte giraffe Masai.

Approfondimento: Come arrivare al Tsavo Est

 

Safari al Tsavo Est

Lo Tsavo Est National Park è uno dei parchi più antichi e grandi del Kenya. Fu aperto per la prima volta nell’aprile del 1948 e copre più di 13.000 chilometri quadrati, è nove volte più grande della Riserva Nazionale Masai Mara. Si trova a metà strada tra la costa e Nairobi, in una zona che un tempo era definita il deserto del Taru. È stata definita una delle roccaforti della biodiversità grazie ai suoi numerosi abitanti della flora e della fauna. 

Sebbene rientri spesso nei tour combinati, il Tsavo Est non è molto visitato e si può ancora fare un safari abbastanza tranquillo, senza avere troppe jeep attorno. Ci sono pochissimi campi e rifugi all’interno del parco, per cui, non è raro essere soli durante il game drive.

In genere, la parte a nord del fiume Galana ha poche tracce ed è molto meno visitata. Mentre a sud del fiume, il grande triangolo del deserto piatto, con Aruba Damin al centro, è popolare tra gli operatori di safari, perché offre una maggiore possibilità di osservare più animali, in un ambiente molto aperto.

L’area più panoramica è lungo il fiume Galana che scorre tutto l’anno e offre un corridoio di vegetazione lussureggiante tra un paesaggio spesso aspro e arido.

Tsavo Est non sarà una destinazione safari popolare quanto il Masai Mara in Kenya, ma è una destinazione popolare per brevi safari in minibus con partenza dalla costa. La maggior parte di questi tour porta i clienti fino a Voi, dove alloggiano in uno dei lodge di Tsavo East. 

Nessuna delle piste di atterraggio di Tsavo East è attualmente utilizzata dai voli di linea. Puoi  noleggiare un volo esclusivo per raggiungere il parco, ma il noleggio è costoso se si viaggia soli o on coppia. 

Approfondimento: Wildlife nel Tsavo Est

 

Periodo migliore per un safari al Tsavo Est

Il periodo migliore dell’anno per avvistare la fauna selvatica è durante i mesi secchi, da giugno a settembre. La mancanza di vegetazione verde durante questa stagione rende più facile individuare gli animali e le pozze d’acqua diventano popolari punti di incontro per i mammiferi. Tieni presente che durante la stagione secca l’ambiente è molto polveroso. Se soffri di una condizione respiratoria, dovresti prenderti cura preventiva. Se sei un appassionato osservatore di uccelli, tuttavia, il momento migliore per visitare è da novembre a maggio, quando arriva la pioggia.

Approfondimento: Quando andare al Tsavo Est

 

Punti salienti del parco

Il parco è pieno di punti caratteristici come le Lugard Falls e la Yatta Plateau.

L’altopiano di Yatta è il flusso di lava più lungo al mondo ( quasi 300 km) che si estende lungo la sponda orientale e settentrionale dell’Athi-Galana, ed è stato formato in un’eruzione dal monte Ol Donyo Sabuk. Si ritiene che le sue qualità geomagnetiche abbiano un ruolo nella guida degli uccelli migratori e nella zona è possibile vedere un gran numero di uccelli migratori paleartici.

Le cascate Lugard sono una serie di brevi cascate e rapide sul fiume Galana, dove le rocce hanno creato un collo di bottiglia nella valle, impedendo al fiume di proseguire. Lugard Falls sono incantevoli ed è possibile osservare coccodrilli e ippopotami. Crocodile Point, è il punto dal quale si possono osservare i grandi rettili crogiolarsi al sole.

Ma lo Tsavo Est è famoso soprattutto per i suoi mammiferi più grandi, principalmente per le enormi mandrie di elefanti “rossi”. Il terreno nello Tsavo è di un colore rosso intenso e gli elefanti si ricoprono spesso di polvere rendendoli così di un colore rosso intenso.

 

Dove dormire al Tsavo Est

Ci sono molte opzioni di alloggio all’interno di Tsavo East. Vanno dal campeggio ai campi tendati di lusso. E puoi scegliere se alloggiare all’interno del parco o appena fuori.

Soggiornare all’interno del parco è un po’ più costoso, e non hai molta scelta, ma sei già all’interno del parco e quindi non dovrai fare dentro/fuori dal parco ogni giorno. 

Campeggio: ci sono numerosi campeggi all’interno di Tsavo East. Se hai intenzione di campeggiare, dovrai portare tutto il necessario: cibo, acqua e attrezzatura da campeggio.

Campi tendati: ci sono alcuni bellissimi campi tendati all’interno del parco. Se entri da Voi, c’è il Campo Satao. È una straordinaria serie di tende in tela che si affacciano sul proprio abbeveratoio privato di Satao. E’ un lusso completo. Ogni tenda è dotata di acqua calda e ha la sua veranda che si affaccia sul foro di abbeveraggio. Se invece arrivi da Malindi ed entri dall’entrata di Sala, allora Kulalu Camp è un posto meraviglioso dove stare. È al di fuori dei confini del parco ma a pochi minuti di auto. Il campo è formato da poche tende di tela che si affacciano tutte sul fiume Galana e i servizi e le sistemazioni sono eccellenti.

 

Ciao, sono Francesca, ma tutti mi chiamano semplicemente Francy.  Nel mio cuore c’è l’Africa, la natura e il wildlife. Avevo un lavoro sicuro che amavo molto, ma le circostanze e le emozioni mi hanno portato a chiudere quel capitolo della mia vita, per aprirne uno migliore. Ed ora, uno ad uno, sto realizzando tutti i miei sogni. Sono partita per il Sud Africa ed ho conseguito la certificazione FGASA Level 1, diventando così una Safari Guide. Ora giro per il mondo senza vincoli e limiti, mossa solo dall’ardente desiderio di vivere le mie più profonde emozioni in totale libertà. 

Francy