Wildlife in Namibia

A causa del suo ambiente arido, la Namibia non è così ricca di animali selvatici come in Kenya e Tanzania, ma sono comunque presenti tutti gli animali che ti aspetteresti di trovare in un safari africano, come i grandi predatori e gli enormi branchi di elefanti.

Periodo migliore per vedere gli animali in Namibia

La Namibia è relativamente secca durante tutto l’anno, ma ci sono due stagioni delle piogge. Le piccole piogge vanno da novembre a dicembre, mentre la stagione delle piogge vera e propria va da gennaio ad aprile. Durante le piogge, la vegetazione cresce in tutta la regione e la fauna selvatica tende a disperdersi ed è più difficile da trovare. La fine della stagione secca (luglio-ottobre) è il momento migliore per vedere gli animali vicino alle pozze d’acqua.

Dove vedere gli animali in Namibia

Se vai in Namibia per fare un safari, allora è nell’Etosha National Park che devi andare. Si trova nel nord del paese ed è la destinazione per eccellenza della Namibia dove poter osservare un grande varietà di animali. Durante la stagione secca, quando l’acqua è scarsa, gli animali si radunano intorno alle pozze d’acqua rendendo molto più facile la loro osservazione. Potrai vedere branchi di antilopi, zebre, gnu, elefanti, leoni e ghepardi (se la fortuna è con te!)

Avrai anche la possibilità di osservare gli animali del deserto come orice, suricato, struzzo. Inoltre, l’Etosha National Park è il posto migliore in Africa per avvistare i famosi rinoceronti neri, l’impala dalla faccia nera e il damara dik-dik.

La regione del Damaraland ospita una bella popolazione di elefanti del deserto, e una piccola popolazione più di rinoceronti neri. Mentre lungo la costa, vicino alle colonie di foche, ogni tanto viene avvistata una iena marrone.

Il Waterberg Plateau Park ospita alcune specie più rare, come l’antilope nera e roana, il rinoceronte bianco e nero e l’unica colonia riproduttiva della Namibia di Cape Vultures.

L’estremo nord-est della Namibia, la regione dello Zambezi (precedentemente nota come la striscia di Caprivi) offre un’esperienza faunistica diversa dal resto del paese. Grazie alle forti piogge estive, ai fiumi e alle fonti d’acqua, qui hai l’occasione di vedere ippopotami e coccodrilli con delle mini crociere in barca o in mokoro.

Lungo la costa settentrionale della Namibia, lo Skeleton Coast National Park ospita una delle più grandi colonie di foche del Capo nella Cape Cross Seal Reserve. Ci sono circa 100.000 sigilli residenti tutto l’anno, e se visiti la riserva a novembre e dicembre potrai vedere anche i loro cuccioli.

Un’altra destinazione dove poter osservare la fauna marina è Wallis Bay. Con gite in barca o in kayak potrai avvistare foche, balene e delfini. 

La Namibia meridionale è la zona desertica del paese e non è molto ricca di fauna. Potrai comunque riuscire ad individuare orice, springbok, kudu, zebra, giraffa, hartebeest, leopardo, iena, sciacallo e volpe nella NamibRand Nature Reserve, un enorme area protetta con uno scenario spettacolare e una bassa densità di visitatori. 

Altri articoli

Un giorno a Praga: itinerario completo

E' difficile non innamorarsi di Praga. Sono passati molti anni da quando ci sono stata la prima volta. E' stato uno dei miei primi...

Ostelli a Helsinki: i migliori del 2024

Helsinki è una delle capitali meno visitate d’Europa. Pianificando un viaggio in Scandinavia, in genere si pensa di vistare Copenaghen o Stoccolma, ignorando completamente...

3 giorni a Stoccolma: itinerario completo

L'affascinante ed elegante capitale della Svezia è davvero una delle città più belle d'Europa. Trascorrendo 3 giorni a Stoccolma hai sicuramente tempo sufficiente per...